Menu Chiudi

Forni a legna fai da te: come fare

Forno a legna fai da te
Spread the love

Come costruire un forno a legno fai-da-te

Costruire un forno a legna da soli è possibile, non è sempre necessario dover spendere un capitale o affidarsi ad aziende specializzate. Sono molti coloro che sognano di avere un bel forno in giardino per sperimentare e per cucinare manicaretti per la famiglia. Le opzioni sono essenzialmente due, o acquistare un forno già pronto all’uso o costruirne uno. Ovviamente la seconda opzione richiede tempo e pazienza ma permette anche di risparmiare molti soldi.

Per farlo bisogna, come prima cosa, fare uno scavo di 10 centimetri circa in giardino. Ovviamente, qualora si voglia costruire il forno in un luogo chiuso, come la pizzeria, bisogna creare un massetto di 10 centimetri almeno. Nello scavo bisogna inserire una rete di metallo delle stesse dimensioni (è facile da reperire), questa servirà a dare sostegno al peso. Poi bisogna realizzare il massetto di cemento e quindi incollare i mattoni. È importante attendere che tutto si asciughi bene prima di procedere con gli strati. La base deve essere fatta tutta di cemento e breccia e resa liscia con una spatola, poi vanno posti i mattoni nella parte superiore. Le pareti devono risultare di almeno 50 centimetri l’una. Una volta ultimata questa parte bisogna creare il piano cottura, questo si può comprare già fatto e quindi solo attaccare alla base di mattoni oppure fare sempre con il cemento. Anche in questo caso bisogna inserire la griglia, il cemento con la sabbia e poi appiattire tutto. All’interno bisogna fare un cerchio con i mattoni che possa reggere la cupola.

Per creare la bocca del forno si può utilizzare una forma di legno su cui cementare i mattoni per dare l’aspetto di un arco. Una volta solidificata tutta la parte, sarà possibile rimuovere il legno e posizionare l’arco di mattoni insieme al resto della struttura. Bisogna sempre considerare lo spazio necessario per la canna di aspirazione dei fumi (anche in questo caso è possibile acquistare un prodotto già finito). La canna deve essere posizionata in modo corretto affinché il forno funzioni in modo corretto. Per i primi giorni è consigliabile non toccare e far asciugare, poi portare il tutto a circa 400 gradi per diversi giorni per testare che la propagazione del calore funzioni e che il tutto sia resistente. Ideale è attendere almeno 10 giorni prima di cucinare la pizza.

Forno a legna: le misure ideali e i passaggi

Per costruire il forno a legna bisogna rispettare alcune misure standard, per il centro della cupola bisogna considerare almeno 50 centimetri, il diametro interno deve essere di almeno 80 e la profondità di 20. Per l’ampiezza interna è bene considerare almeno 40 centimetri, per l’esterno 48 circa. Mentre per lo spessore della volta almeno 15 centimetri. Queste sono le dimensioni base del forno, ovviamente è possibile modificarle in base allo spazio disponibile ma bisogna sempre tenere conto del bilanciamento tra le varie caratteristiche affinché il calore circoli in modo corretto.

Il forno si compone della base, dell’apertura, della cupola, del piano cottura, della canna fumaria. Quindi bisogna procedere prima preparando il sostegno, poi l’anima del forno, quindi la bocca del forno, la canna fumaria e infine la coibentazione generale. Per quest’ultimo passaggio è possibile acquistare dei pannelli già pronti. Anche il camino deve essere isolato, per la parte esterna si possono utilizzare materiali economici come la lana di roccia.

Come costruire un forno a legna sul terrazzo di casa

Il forno a legna può essere anche costruito sul terrazzo, non solo in giardino. Ovviamente in questo caso bisogna fare attenzione, è necessario che vi sia spazio sufficiente per il forno e anche per il contorno. La base anche in questo caso deve essere in calcestruzzo ma bisogna fare attenzione al peso e quindi alla scelta di mattoni. Meglio prediligere quelli rossi che sono meno pesanti. Bisogna considerare uno spazio di circa 3 o 4 metri quadri. Le opzioni per i materiali sono cemento e ghiaia/sabbia/ferro; per fare tutto il forno occorrono circa 500 mattoni (quelli da muretto), per il sostegno bisogna acquistare delle tavole, almeno una decina, poi circa 200 mattoni per la pavimentazione e la cupola (che siano refrattari); malta cementizia resistente alle temperature.
La cosa fondamentale è la scelta del tipo di mattoni. Se l’esecuzione è la stessa, i mattoni non devono essere troppo pesanti.

Conclusione

Il forno a legna per pizza non deve essere necessariamente collocato in pizzeria, può anche trovarsi nel proprio giardino di casa o sul proprio terrazzo. Costruirlo autonomamente non è difficile, l’importante è avere pazienza e organizzarsi con tutti i materiali e rispettare in modo corretto i tempi, attendendo soprattutto dalla fine della costruzione all’inizio dell’utilizzo.